COMITATO UNITARIO per lo Sviluppo di Frigole e del Litorale Leccese

La Regione Puglia riconosce l’Ecomuseo delle Bonifiche di Frigole

Logo Ecomuseo BonificheLa Consulta degli Ecomusei della Regione Puglia ha concesso il riconoscimento ufficiale all’Ecomuseo delle Bonifiche di Frigole.
E’ dal 2014 che il CUFRILL ha posto al centro della sua iniziativa la creazione dell’Ecomuseo che descriva e offra alla fruizione di tutti un territorio ricco di storia e di eventi, attraverso la presa di coscienza da parte della comunità delle proprie origini, dei saperi, dei luoghi, dei prodotti, dell’unicità di un territorio costituito da campi agricoli, macchia mediterranea, spiagge, bacini retrodunali, borghi, la rete dei canali della bonifica.
“Il riconoscimento da parte della Regione ci riempie di orgoglio e darà nuovo impulso alla nostra azione. – Ha dichiarato Carla Bulfoni, attuale Presidente del CUFRILL – Mi piace dire però che, indipendentemente dal riconoscimento, l’Ecomuseo delle Bonifiche di Frigole esiste già, perché ne sono la sua essenza i tanti cittadini che hanno partecipato ai laboratori della Mostra del Paesaggio, che abbiamo realizzato nel 2017 in collaborazione con il Comune di Lecce; gli alunni delle scuole elementari che assieme alle loro insegnanti hanno creato il libro de “Le Fiabe di Frigole”; i luoghi, i canali e i paesaggi riscoperti con le passeggiate guidate dagli abitanti del posto, che hanno coinvolto tanti cittadini. Tutte le iniziative che abbiamo realizzato le considero come tanti tasselli che hanno portato l’Ecomuseo a esistere.”
L’Ecomuseo ha anche una base storiografica importante, sintetizzata nel libro di Antonio Passerini “Una Comunità dalle molte Radici”,
“Ci attendono adesso tante scommesse. –E’ il commento del Coordinatore dell’Ecomuseo Ernesto Mola – “Con il sostegno e il coinvolgimento del Comune, della Provincia e dell’Università vogliamo portare avanti progetti di rinascita di un territorio che ha avuto un passato glorioso, ai tempi delle tre bonifiche succedutesi tra la fine dell ‘800 e i primi anni del ‘900. L’Ecomuseo potrà essere occasione di sviluppo sostenibile di un territorio prezioso, valorizzando i prodotti della terra, i saperi diffusi, la storia e il presente di una comunità”.
“Un ringraziamento particolare va a Francesco Baratti, che ha ispirato il nostro percorso, e all’Assessora alla Cultura della Regione Puglia Loredana Capone, che ha creduto nel nostro progetto e si è adoperata per il riconoscimento.”

(Vai al Link: Che cosa è un Ecomuseo)

(Vai al Link: Presentazione dell’Ecomuseo delle Bonifiche di Frigole)

Nessun commento ancora

Rispondi

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 18 altri iscritti